Il mal di schiena si localizza spesso nella sua parte bassa, è sempre più comune tra i lavoratori, l’impossibilità di fare esercizio, le posizioni scorrette e le molte ore passate seduti concorrono a creare le giuste condizioni per le quali questo dolore si possa manifestare: la lombalgia è uno dei dolori cronici più comuni al mondo ed è una delle cause di disabilità motoria più importanti.

Cosa comporta il mal di schiena

Gli studi e le indagini visive spesso non producono abbastanza dati per individuare il perché dell’insorgenza della condizione dolorosa ma senza un adeguato trattamento il dolore alla bassa schiena oltre che cronico può divenire invalidante, la lombalgia infatti influisce negativamente su molti aspetti della vita quotidiana, non permette:

  • Di dormire bene. Con conseguente aumento di ansia, stress e stanchezza cronica.
  • Mantenere una corretta posizione eretta. In un sistema ricorsivo mantenere la giusta postura genera dolore ma non mantenerla continua a fare in modo che il dolore persista e si cronicizzi.
  • Invalida i movimenti giornalieri e di conseguenza frena ogni attività che possa essere lavorativa o ludica.
seduta di fisioterapia con Fisioacasa

Le cause comuni di mal di schiena

Vediamo nel dettaglio quali sono le 10 cause più comuni del mal di schiena. Scopriamo insieme come individuarle per poter prevenire, almeno in parte, l’insorgenza della lombalgia.

  1. Cattiva postura. La cattiva postura è uno dei principali motivi dell’insorgenza della lombalgia, ogni giorno il corpo viene posta a sollecitazioni di cui non ci si accorge ma che possono causare gravi danni soprattutto se affrontate con una cattiva postura. Una posizione scorretta infiamma muscoli e tendini e ne atrofizza degli altri. Mantenere una giusta posizione è spesso il modo migliore per liberarsi dal mal di schiena.
  2. Sciatica. Anche nota come sciatalgia, la sciatica porta dolore alla bassa schiena, intorpidimento degli arti inferiori, diminuzione della forza muscolare, formicolio e difficoltà di movimento. Se il dolore si irradia fin sotto alla gamba è spesso colpa dell’infiammazione del nervo sciatico. Per risolvere i problemi di sciatica a volte il riposo non basta ma occorre un trattamento localizzato e generale da effettuare con un fisioterapista esperto.
  3. Scoliosi. La scoliosi è una deformità di tipo strutturale della colonna vertebrale che se non trattata porta dolore, deformità progressiva e può causare problemi cardiorespiratori. È per questo che per conservare una corretta postura, per evitare l’avanzamento della problematica e per far sparire il mal di schiena chi è affetto da scoliosi deve rivolgersi a un operatore fisioterapico esperto.
  4. Lesioni e traumi. Una caduta, un movimento scorretto, il sollevamento di un peso eccessivo e molto altro sono le possibili cause di lesioni e traumi alla schiena. In questo caso nella maggior parte dei casi si è fortunati e un intervento esperto può ripristinare la mobilità in tempi relativamente brevi. Se dopo un trauma alla schiena il dolore persiste non è saggio aspettare troppo prima di prevedere una visita poiché si potrebbe incorrere in problemi anche gravi.
  5. Malattia degenerativa del disco. La discopatia lombare porta un indebolimento progressivo del disco intervertebrale che può colpire anche in giovane età. Un fisioterapista esperto può aiutare a conservare la mobilità articolare e a diminuire il dolore fino a farlo scomparire.
  6. Osteoporosi. Questa patologia colpisce l’apparato scheletrico comincia a perdere la densità ossea, una delle zone più colpite è proprio la schiena che può causare dolori davvero intensi. Oltre a questo ci si può accorgere di una progressiva accentuazione della curva del dorso.
  7. Riposo scorretto. Sebbene possa sembrare banale a volte un materasso e una rete non idonee possono portare alla comparsa di dolori persistenti alla schiena. In questo caso si è molto fortunati, se il professionista individua questa causa con pochi trattamenti e un cambio di materasso la vita ricomincerà a sorridere.
  8. Stenosi Spinale e schiacciamento del nervo. Il restringimento del canale vertebrale che si verifichi per un’infiammazione, una lesione o per una patologia porta uno schiacciamento del nervo che provoca dolore, intorpidimento e diminuzione della potenza muscolare. Intervenire con esercizi mirati, terapia calmante e mosse di sbloccaggio è l’unico modo per portare un paziente ad avere di nuovo una vita normale.
  9. Artrite. L’artrite causa molto dolore, quello che poche persone però sanno è che un movimento controllato e un corretto esercizio dei muscoli può far diminuire, fino quasi a sparire, il mal di schiena ed è per questo che un fisioterapista in questi casi è essenziale.
  10. Ernia del disco. Il dolore alla schiena quando si ha un’ernia del disco è acuto e tagliente, dapprima localizzato nella bassa schiena si irradia fino agli arti inferiori. In questo caso la fisioterapia è indispensabile per il recupero di una vita sana e attiva e deve essere coniugata a specifici esercizi posturali coordinati dallo specialista.

Conclusione

Se ti riconosci in uno di questi punti devi sapere che non sei costretto a convivere con il dolore ma che un lavoro coordinato tra esercizi da fare da soli e fisioterapia possono eliminare il problema alla radice e prevenirne l’insorgenza oltre che attuare metodiche conservative atte a preservare la mobilità nei pazienti affetti da problemi di tipo degenerativo.

Con FisioACasa hai la possibilità di avere uno specialista comodamente a domicilio.